Lingue
Italiano   English  
  
Navigazione
Pagina iniziale
Mappa del sito
Chi siamo
Storia
Nel mondo
Abbonamenti e Ordini
Come acquistare i libri
Abbonarsi alle riviste
Condizioni generali
Istruzioni riviste online
Contatti
Come contattarci
Dove Siamo
Scrivici
<
 
Pagina iniziale Catalogo Libri Protesi Approccio biologico al trattam...
Il mio carrello
C'è 0 articoli nel carrello
Totale carrello:
€ 0,00
Carrello
Acquista
Best seller
Più venduti
1Giovanni Zucchelli
Chirurgia estetica mucogengivale
Edizione Speciale
2Marisa Roncati
Terapia parodontale non chirurgica
3Mauro Fradeani
La riabilitazione estetica in protesi fissa. Volume 1
4Mauro Fradeani; Giancarlo Barducci
La riabilitazione estetica in protesi fissa. Trattamento protesico. Volume 2
5Vincenzo Musella
Moderna odontoiatria estetica
Workflow dalla A alla Z
Potrebbe anche interessarti...
 
Ricerca veloce
Categorie
 
Novità
Offerte
Best Seller
Gruppi di acquisto
Studenti
Download
 
Approccio biologico al trattamento del paziente edentulo
 
Approccio biologico al trattamento del paziente edentulo
Giulio Preti; Gianfranco Gassino
Prezzo: € 225,00   Scontato € 50,00 (IVA compresa)
Disponibilità: Immediata (consegna in 24/48 ore)
Condividi Condividi su Facebook
Ultime copie. Acquistalo con l'80% di sconto
 
Dettagli
 
Pagine: 274
Immagini: 735
ISBN: 978-88-7492-112-6
Confezione: copertina rigida (cartonato) con raccoglitore ad anelli
Codice: PROT004
Data: 2007
 
Descrizione
 
In piena epoca implantare ha ancora senso scrivere un libro di protesi totale?

L’avvento dell’implantologia moderna ha radicalmente modificato l’approccio al piano di trattamento in protesi. L’edentulismo soprattutto mandibolare ha beneficiato in modo particolare delle tecniche implantari. Branemark stesso, dopo aver osservato come medico condotto le difficoltà che molti pazienti edentuli avevano ad assuefarsi alla protesi totale mandibolare, aveva individuato come scopo primario dell’ossointegrazione la soluzione di questo problema.

Oggi anche il mascellare edentulo può essere riabilitato ricorrendo agli impianti. E allora?
A nostro avviso le ragioni per scrivere un libro di protesi totale sono ancora oggi molte.

La prima è dettata dal fatto che, nonostante siano stati trattati con impianti circa un milione di edentuli, questa cifra rappresenta solo l’1% degli edentuli nel mondo. L’edentulismo è ancora quindi molto diffuso soprattutto nei paesi tecnologicamente meno evoluti.

E se è vero che nei paesi occidentali l’edentulismo sta diventando gradualmente meno comune, è altrettanto vero che colpisce gli individui più avanti negli anni la cui riabilitazione richiede maggiori conoscenze ed Impegno.

Un altro motivo fondamentale è che le fasi squisitamente cliniche e tecniche di costruzione di una protesi totale toccano tutti gli aspetti che si debbono conoscere per qualsiasi tipologia di riabilitazione protesica.
Il ripristino dell’armonia facciale, la determinazione dei rapporti intermascellari sui piani verticale e orizzontale, l’uso di un articolatore e la creazione della morfologia occlusa le richiedono conoscenze approfondite cui fanno riferimento tutti i campi della clinica protesica, fissa, rimovibile, o impIantare.

Inoltre, in un’epoca in cui viene giustamente enfatizzata la necessità di un trattamento olistico del paziente come “persona” più che come “bocca”, la terapia con protesi totale è senz’altro quella che richiede un’attenzione maggiore alle problematiche psicologiche dell’individuo. Infatti, il trattamento dell’edentulismo richiede un approccio completo, sia psicologico sia tecnologico, che noi amiamo definire psico-biologico. Il libro cerca di sviluppare in dettaglio questo modo moderno di trattare il paziente edentulo.

La soddisfazione del paziente, al di là della metodologia di riabilitazione usata, spesso dipende da un complesso di fattori tra cui la capacità dell’operatore di entrare in sintonia con il malato, di ascoltare, comunicare, partecipare empaticamente ai suoi problemi.

Nel libro particolare enfasi viene data al problema estetico, conoscendo il quale il clinico può preservare il paziente da un’alterazione dell’immagine corporea derivante dalla mancata riabilitazione dell’edentulismo, da una riabilitazione che non ha tenuto conto delle sue esigenze o dal passaggio improvviso da una dentatura residua compromessa allo stato di edentulismo, momento riconosciuto generalmente traumatico per ogni paziente.

Le fasi costruttive sono state affrontate nel libro tenendo conto dell'estrema varietà inter-individuale degli scenari clinici che rende ogni paziente da riabilitare un unicum con diverse necessità e abilità. Pur considerando l’unicità del paziente è necessario applicare quei princìpi costruttivi che hanno carattere universale per il mantenimento in buona salute delle strutture residue. Si tutela così il principio del “primum non nocere” che costituisce il fondamento prioritario della medicina di ogni tempo.

L’edentulismo infatti è considerato una malattia cronica caratterizzata da un riassorbimento continuo delle ossa alveolari dovuto ad una complessa interazione tra fattori genetici, metabolici e biomeccanici. L’odontoiatra dispone di mezzi per intervenire positivamente sui processi di riassorbimento osseo realizzando manufatti che si mantengono stabili durante la funzione e distribuiscono i carichi occlusali sulla più ampia superficie possibile.

La nostra Scuola ha dimostrato attraverso studi istologici, immunoisto-chimici e biomolecolari che la stabilità della protesi durante la funzione è importante a questo fine.

Questa filosofia nell’approccio al trattamento riteniamo sia da applicare anche nelle riabilitazioni tramite impianti. Per questo motivo nel testo sono state affrontate anche le possibili soluzioni implantari, dall’approccio sociale alle tecniche più sofisticate e costose che talvolta richiedono la ricostruzione chirurgica delle creste alveolari. Ai fini dell’adattamento ed assuefazione alla protesi, soprattutto da parte dei pazienti anziani, viene poi considerata l’importanza del mantenimento di radici usufruibili per l’ancoraggio di overdenture di cui si discutono e descrivono le varie soluzioni.

Un ulteriore capitolo è dedicato alla soluzione protesica dei mascellari edentuli che hanno subito una exeresi per tumore.

Desideriamo far presente al collega lettore che questo testo rappresenta il risultato di uno sforzo corale durato almeno un trentennio, durante il quale la nostra Scuola ha cercato di sviluppare, rifinire ed applicare quotidianamente i princìpi qui illustrati. I risultati di questi anni ci hanno dato la forse immodesta presunzione di poter consigliare i colleghi che vogliono cimentarsi nell’impegno di rendere le persone un po’ più felici.

Buona lettura
Giulio Preti e Collaboratori
 
Capitoli, argomenti e indice dei contenuti
 
Impatto psicologico della perdita dei denti e della riabilitazione protesica
Dall'edentulismo parziale a quello totale
Il riassorbimento continuo delle creste edentule
Trattamenti farmacologici sull'apparato stomatologico edentulo
Disordini muscolari e dell'ATM nell'edentulo
Il ripristino dell'armonia facciale
Princìpi clinici e tecnici della protesi totale
Il ripristino della funzionalità
Gestione del paziente
Edentulismo e sindrome delle apnee notturne nel sonno
Overdenture e perioverdenture su denti naturali
Ricostruzione della cresta alveolare
Protesi supportata da impianti
Dall'overdenture al ponte fisso
Difetti del mascellare: maxillectomia, palatectomia e mandibulectomia
 
Tags
 
preti, gassino, protesi, implantologia

Quintessenza Edizioni Srl - Pubblicazioni editoriali, libri, riviste e multimedia per odontoiatri e odontotecnici
 
Restiamo in contatto
Inserisci la tua email per aderire alla mailing list
L'Azienda
Quintessenza Edizioni srl
Via Ciro Menotti, 65 - 20017 Rho (MI) - Italy
Tel: 39 (0)2 93180821
Partita IVA 03347380960
Copyright by Quintessenza Edizioni srl
WebMaster Gragraphic